Crea sito
Home > Pensieri ad alta voce > Cosa è veramente importante?

Cosa è veramente importante?

Tutti abbiamo un ideale di persona che ci piace. Abbiamo preferenze dal punto di vista fisico e caratteriale ed è in base a queste che nella maggior parte dei casi nasce un interesse nei confronti di un’altra persona. E’ sulla base di un’attrazione fisica e sulla condivisione di interessi comuni che si inizia di solito una relazione, che ci si infatua e innamora. Ma cosa permette di andare oltre in un rapporto? Cosa ci tiene ancora insieme dopo che la passione, la chimica, la novità e l’ebbrezza dell’innamoramento passano?
Una relazione è un impegno che va oltre l’istinto volubile del sentimento, ed è, per certi versi, una scelta. Ci sono degli elementi fondamentali dai quali non si può prescindere se si vuole davvero e profondamente impegnarsi in un rapporto di amore, se si vuole andare oltre la fase dell’innamoramento.

Intanto un rapporto vero è possibile solo tra persone mature. Maturità intesa come completamento di un percorso di autoconsapevolezza e conoscenza interiore, di autocoscienza. Significa amare se stessi e la vita. Solo chi ha compiuto il proprio percorso di crescita sa riconoscere un sentimento ed è capace di empatia di essere cioè sensibile ai bisogni e alla necessità altrui. Elemento imprescindibile è senza alcun dubbio il rispetto. Inteso come consapevolezza dei diritti e del valore propri e dell’altro, avere rispetto di qualcuno significa riconoscere l’importanza e la dignità della persona, averne riguardo e cura, significa lasciare la persona libera di essere ciò che è, desiderare che esprima e accresca la propria individualità.
Altro elemento è la fiducia. La fiducia è un rischio e richiede coraggio per andare oltre le proprie paure e le proprie insicurezze. Spesso è un salto nel buio. Ma se si vuole volare bisogna prima saltare anche a costo di cadere. La fiducia è qualcosa di unico e personale è qualcosa che una volta persa o tradita non si riconquista. Ma se si può perdere la fiducia in qualcuno non bisogna mai perderla in generale. E’ sciocco e non è giusto dire: ”non mi fiderò più di nessuno”. A non fidarsi, a non rischiare, forse non si soffre, forse non si rimane delusi, ma si vive a metà, si interrompe il percorso di crescita e di sperimentazione, si perde la propria libertà.
La sincerità. Essere sinceri l’uno con l’altro non significa raccontarsi ogni cosa, non significa che bisogna sapere tutto l’uno dell’altro. Significa comunicare, non dare niente per scontato, non omettere o mistificare la realtà. Essere liberi di confessare le proprie paure all’altro. Essere chiari, trasparenti, non avere comportamenti ambigui. Solo chi è sincero è capace di comunicare liberamente.
Comunicare. “Parlare in continuazione non significa comunicare”, diceva il protagonista del film Eternal sunshine of spotless mind. La comunicazione è un’apertura verso l’altro, significa rimanere in ascolto, al di là della parola, sentire le esigenze e i bisogni dell’altra persona e non aver paura di manifestare i propri. Vuol dire avere sempre voglia di conoscere l’altro e non smettere mai di essere curiosi e sensibili.


Il motivo principale per il quale ci sono così pochi rapporti stabili, profondi, veri e duraturi è dovuto proprio alla mancanza di valori nelle persone e all’interruzione della crescita interiore di ciascuno, percorso fondamentale per la formazione della propria personalità e identità.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Blogplay
  • Twitter
  • Add to favorites
  • LinkedIn
  • Live
  • PDF
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...

Crea sito web gratis